Il terremoto di Amatrice del 7 ottobre 1639

Come descritto in “Nuoua, e vera relatione del terribile, e spauentoso terremoto successo nella citta della Matrice, e suo stato, con patimento ancora di Accumulo, e luoghi circonuicini, sotto li 7. del presente mese di Ottobre 1639. Con la morte compassioneuole di molte persone, la perdita di bestiami d'ogni sorte, e con tutto il danno seguito fino al corrente giorno. Con ogni diligenza, e certezza descritta da Carlo Tiberij romano ... ” - di Carlo Tiberij Romano - Marciani 1639 (nei manoscritti rari della Biblioteca Casanatense di Roma coll. Bibl. Misc. 367/16)

Una delle cause di mancanza di dati storici in loco, circa l’avo Giustiniano Giustiniani morto a Roccapassa nel 1735 e precedenti, è anche data dal terribile terremoto dell’ottobre 1639 (del 7 grado della scala Mercalli) che distrusse l’intero abitato e probabilmente anche i vecchi registri ecclesiastici.
Ciò è anche documentato da una antica relazione sull’evento che per l’appunto dice “La Rocca distrutta”.



la mia foto
Un dettaglio della sismicità della zona di Amatrice e dei suoi più violenti terremoti.


Dopo un evocazione di preghiera, il testimone oculare della tragedia parla di questo terribile terremoto, avventuo nella notte (le nove) del sette ottobre 1639: “… alcuni fuggono, altri si rifuggiano nella Chiesa di S.Domenico presso l’esercito del S.S. Rosario per invocare la protezione della Beta Vergine”. I Signori Alessandro Orsini e consorte, principi di Amatrice, furono costretti a lasciare il loro palazzo e fuggire nella loro villa di campagna della Santa Iusta.
Il relatore stima i danni in 400.000 scudi dell’epoca.
Molti furono i morti sepolti sotto le rovine, il relatore comunque ne cita ufficialmente 35. Anche se narra che la più parte sono rimasti sepolti ed il fetore ed il puzzo è insopportabile.
La scossa più forte durò un quarto d’ora. I danni per le varie frazioni sono elencati nel seguente modo:
Campo Tosto rovinato in parte, S.Martino tutto, Collalto mal tenuto, Pinaca parte, Filetta e Svevocaia tutte, L’abbazia di S. Lorenzo sotto il Vescovado di Ascoli quasi tutta (salvi tutti i frati sottolinea il relatore), Padarga in parte, Cantone Villa solo una casa in piedi, Corva distrutta, Forcella tutta, Capriccio buona parte, Leila poco.
Il 14 ottobre del 1639 alla stessa ora ci fu probabilmente una seconda scossa. Il relatore riporta un nuovo elenco di paesi danneggiati:
Saletta poco, Corsenito quasi tutto, Casale tutto, La Rocca distrutta, Torreto neppure un legno, Colle Baffo solo una casa in piedi, Palsciano buona parte, Santo Iorio tutto sfracassato, Colle Moresco tutto. La Chiesa dei Padri Francescani, La Rocca dei Salli è tutta rovinata. A Cancello dopo Montereale il palazzo del Signorotto locale Ludovico Cerasi e del Digor Gio Paolo Ricci sono completamente distrutti.

L'andamento temporale dei terremoti più forti nell'Appennino umbro-marchigiano è abbastanza irregolare. Ai terremoti distruttivi del 1279, con area epicentrale vicina o addirittura coincidente con quella dei terremoti attuali, si ebbero poi quelli del 1328, 1352 e 1389 in Alta Val Nerina, sono seguiti, secondo i cataloghi, un periodo di attività più ridotta, con pochi terremoti distruttivi: 1458, Alta Val Tiberina, 1599 Cascia ed infine quello di Amatrice dell'ottobre 1639



la mia foto

I dati sismografici del terremoto di amatrice sono così riportati nell Studio MOC92, con l’elenco dei paesi colpite (latitudine, longitudine ed intensità dall’epicentro):
Località Lat Lon I Sc
CANTONE VILLA 2.633 13.300 100
TORRITA 42.619 13.221 100
COLLEMORESCO 42.644 13.234 95
FILETTO 42.650 13.283 95
FORCELLE 42.643 13.198 95
SCAI 42.598 13.231 95
ROCCASALLI 42.655 13.195 95
SAN MARTINO 42.633 13.333 95
AMATRICE 42.628 13.290 90
CAPRICCHIA 42.621 13.340 85
CASALE 42.669 13.286 85
COSSITO 42.674 13.293 85
PASCIANO 42.639 13.209 85
SAN LORENZO
E FLAVIANO 42.665 13.286 85
LA LEIA 42.633 13.183 85
SANTA GIUSTA 42.643 13.253 85
ACCUMOLI 42.694 13.248 85
CAMPOTOSTO 42.558 13.368 80
COLLALTO 42.676 13.287 80
PATARICO 42.647 13.242 80
ARAFRANCA PINACO 42.606 13.298 80
SAN GIORGIO 42.634 13.246 80
MONTEREALE 42.522 13.246 75
POGGIO CANCELLI 42.561 13.328 75
SALETTA 42.670 13.272 75
RECANATI 43.403 13.550 F
RIETI 42.404 12.867 F


home

Torna alla pagina iniziale di Enrico Giustiniani
Torna al sito di Roccapassa