Bovino - Monumento sepolcrale di monsignor Angelo Giustiniani

la mia foto la mia foto

A Bovino (Foggia) nel cappellone di San Marco attiguo alla Cattedrale c'è un imponente monumento sepolcrale di monsignor Angelo Giustiniani che ha retto la diocesi di Bovino dal 1578 al 1600. Tale monumento,a cura di Maria Elena Giustiniani nipote del vescovo, è stato realizzato nel 1609 dallo scultore marmoraro fiorentino Jacopo Lazzari.
Inoltre nel Museo Diocesano,sito nel Castello Ducale,sono esposti paramenti e oggetti liturgici risalenti alla sua reggenza episcopale,connotata da grandi opere di carità e liberalità.

Angelo Giustiniani durante il suo vescovado, avviò a Bovino un processo di riforma della diocesi e di applicazione dei decreti tridentini. A lui si devono le prime visite delle parrocchie e la celebrazione dei sinodi diocesani.

Il "Cappellone di San Marco di Eca", è una piccola chiesetta romanica accanto al portale, sul lato destro della bella cattedrale di Bovino, edificata nel 1100 su una precedente cappella paleocristiana. La chiesa ha subito numerosi interventi fino a essere completamente inglobata nella cattedrale e attualmente è San Marco di Eca, scolpito sul portale, ad accogliere i visitatori all’interno, composto da una sola navata. L’altare è sormontato da una pala con la Visione di San Marco, attribuibile alla scuola di Paolo De Matteis, raffigurante il santo, sopra una nuvola e vestito di abiti pontificali, con la visione della Santissima Trinità circondata da angeli, mentre in basso vi è una rappresentazione del borgo medievale di Bovino. Sotto l’altare settecentesco a marmi policromi sono custodite le spoglie del santo, mentre a sinistra si ritrovano le due nicchie con i busti di San Marco di Eca e di San Marco l’Africano. Nel Cappellone trovano riposo, in quattro monumenti sepolcrali, anche le salme di altrettanti vescovi di Bovino tra cui Angelo Giustiniani.

la mia foto la mia foto



la mia foto

Torna alla homepage di Enrico Giustiniani